Racconti di Viaggio

Report di Viaggio – California 10-24 giugno 2012

30 gennaio 2013
CALIFORNIA 10 – 24 Giugno 2012
Report di viaggio di Francesca, Eleonora ed Erica.
San Francisco-Carmel-Big Sur-Morro Bay-Los Angeles-San Diego-Las Vegas-Grand Canyon- Monument Valley-Lake Powell-
Antelope Canyon-Zion Park

Il viaggio è andato tutto bene grazie, poi alla prima occasione che passo dall’agenzia ti lascio qualche cartina che ho preso su per te!
Allora vediamo di rispondere sinteticamente alla tua domanda (perchè in realtà ovviamente servirebbero ore per raccontare tutto!):
siamo riuscite a fare tutto e anche di più, come ti ha anche già detto Eleonora. Siamo riuscite ad andare anche a Sausalito, a vedere Stanford, Santa Cruz e Monument Valley.
Abbiamo dovuto pedalare molto, con sveglia presto alla mattina e poco riposo ma ne è valsa decisamente la pena!

Partiamo con ordine, cercando di darti informazioni che magari possono esserti utili:
VOLO: all’andata i posti nel volo non siamo riuscite a sceglierli, ma so che Eleonora te l’aveva già accennato.
Il volo è andato tutto sommato bene (a parte che ho dovuto viaggiare di fianco ad una bimba di sei anni che era da sola e alla fine me ne sono dovuta occupare io da Parigi a San Francisco, nonostante fosse onere del personale di bordo).
Al ritorno il volo da Las Vegas ad Atlanta è stato un pò come volare con Ryanair: a parte i crackers e biscotti (rigorosamente UNA CONFEZIONE a testa) e le bevande, se volevi qualsiasi cosa – incluse le cuffie per guardare la tv – dovevi pagarla. L’intercontinentale non è stato un gran che, aereo più piccolo e – al contrario che all’andata – non c’erano le vivande a disposizione dei passeggeri per tutto il volo (non so se è normale); magari sono cavolate, ma per un volo così lungo un pò il disagio si fa sentire. Inoltre c’era parte del personale che non era esattamente quello che noi intendiamo per cordiale, non abbiamo capito se cercavano di fare i simpatici o erano cafoni e basta, però tipo canzonavano il nostro accento o prendevano in giro le nostre richieste.
L’intercontinentale è arrivato a Parigi con 40 minuti di ritardo e il volo da Parigi a Bologna non ci ha aspettato (non ha aspettato noi, come non ha aspettato un’altra 15ina di persone che erano nel medesimo volo). Poi non so se è una cosa scaramantica, ma a quanto pare non riescono ad evitare di avere 40 minuti di ritardo per ogni volo, l’ho notato io come l’ho sentito dire da altre persone sul volo di ritorno; poi magari lo recuperano in volo come è successo arrivando a Bologna che hanno fatto un atterraggio piuttosto “veloce” (anche troppo). Insomma magari con Air France non voleremo più!

Poi altro aspetto tecnico, gli HOTEL: tutti puliti e perfetti, personale cordiale e disponibile. L’unica cosa che magari erano un pò decentrati dal centro; so che è una cosa soggettiva ma personalmente preferisco spendere qualcosa di più e non dover spostare la macchina (tipo a San Francisco e a Carmel).

Per la MACCHINA: l’abbiamo presa in aeroporto a San Francisco; come ci avevi accennato, ci hanno proposto un’assicurazione aggiuntiva ma quando abbiamo declinato non hanno insistito. Abbiamo anche fatto l’aggiunta del 2^ e 3^ guidatore e non abbiamo pagato nulla.
Come tipologia di macchina compact ci hanno dato una Nissan Versa che assomiglia ad un’Opel Corsa (non abbiamo potuto scegliere); ci aspettavamo una macchina un pò più grande dati gli standard americani (almeno tipo una berlina), ma è andata benissimo anche così!
L’abbiamo controllata per conto nostro e – dato che aveva dei graffi nel paraurti – ci siamo fatte rilasciare una ricevuta dove veniva evidenziato che erano già presenti. Quando abbiamo restituito l’auto a Las Vegas gliel’abbiamo nuovamente evidenziato (mostrando anche la ricevuta) e, escludendo la battuta del “siete state voi?” è andato tutto bene (cioè, a dire il vero se non gli avessi chiesto indietro la copia che doveva rimanere a noi, se le sarebbe tenute entrambe lui, ma sicuramente è stata una sua mera dimenticanza!).
Poi ci eravamo scaricate qui dall’Italia la cartina per il Tom Tom e ce lo siamo portate dietro; devo ammettere che è stato indispensabile per girare in maniera scorrevole e sicura!

Poi per l’ITINERARIO: ottima la scelta della fermata a Carmel che è carinissima e invece forse si sarebbe potuta saltare la fermata a Morro Bay che non è nulla di che, magari facendo un giorno in più a San Francisco (avremmo avuto piacere di vedere anche la Napa e la Sonoma Valley) o a Los Angeles (siamo anche riuscite ad andare a Pasadena ed agli Universal Studios!), però ovviamente non potevamo sapere quanto sarebbe stato pesante guidare e quindi è stata la soluzione più “sicura”.
A parte questo, di cose da raccontare ce ne sarebbero tantissime ma credo di essermi dilungata fin troppo!

Spero che le informazioni che ti ho riportato possano esserti utili!
Alla prossima e buona giornata!

Francesca

Racconti di Viaggio

I viaggi raccontati dai nostri clienti

    Cosa dire del Paradiso? Elisa e Fabrizio sono partite con poche aspettative sull'isola, il classico viaggio dell'ultimo minuto! Anzi, diciamo...

    Scopri di più

    Ciao Bruni, come promesso ti giro alcune foto scattate durante il viaggio in Sudafrica. Ci sono dei momenti del Safari,...

    Scopri di più

    Ciao Brunella, scusa se ti scrivo solo ora ma il rientro dalle ferie è stato, come sempre, traumatico! Anche se...

    Scopri di più

    "Cara Bru! Finalmente riesco a documentarti la nostra super vacanza in Oman. Lasciandoci alle spalle Bangkok, siamo partiti con destinazione...

    Scopri di più

    Irlanda Giugno 2017 - “Bellezze d’Irlanda” con tour Francorosso Per festeggiare il primo anno di matrimonio Brunella ci ha consigliato...

    Scopri di più